Adotta uno scrittore torna anche al Sud


Adotta uno scrittore torna anche al Sud

31 Marzo 2022

Oltre alla programmazione in Piemonte, il progetto riparte anche in altre 6 regioni grazie al supporto della Fondazione CON IL SUD: 8 adozioni in 28 scuole e 3 scuole carcerarie di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Adotta uno scrittore, il progetto del Salone Internazionale del Libro di Torino – sostenuto dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, in collaborazione con la Fondazione CON IL SUD – è già ripartito in Piemonte e ora, per la sua XX edizione, torna anche in tutta la penisola, e nello specifico in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Adotta uno scrittore è un progetto che da 20 anni mette al centro la lettura, coinvolgendo grandi autori e autrici portandoli in istituti di ogni ordine e grado di tutta Italia. Come per ogni edizione, gli studenti ricevono gratuitamente una copia del libro dell’autore o autrice adottata. L’obiettivo del progetto è creare un confronto proficuo tra autore e classe, un gruppo intimo, attraverso cui interrogarsi sul significato della letteratura e sui temi che i libri sollevano. Ciascuna “adozione” prevede infatti tre appuntamenti (due online e uno in presenza) e il quarto conclusivo il 23 maggio in presenza a Torino alla XXXIV edizione del Salone del Libro.

Fino ad oggi grazie all’iniziativa sono state portate a termine 433 adozioni per un totale di 12.642 studenti, dalla scuola primaria alle università fino agli istituti carcerari, coinvolgendo 260 tra gli autori e le autrici più importanti della letteratura italiana degli ultimi quarant’anni.

Gli autori coinvolti quest’anno nelle regioni del Sud sono: Lelio Bonaccorso, Rosario Esposito La Rossa, Alessio Forgione, Daniele Mencarelli, Daniela Palumbo e Francesca Carabelli, Anna Parisi, Licia Troisi.

Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD, commenta: «La Fondazione con il Sud ha rinnovato il sostegno all’iniziativa “Adotta uno scrittore” per il quinto anno, confermando piena fiducia e condivisione di metodi e obiettivi. Portare la lettura nelle scuole e negli istituti penali è un’azione semplice, ma è anche uno strumento potente, che permette di conoscere sé stessi, a qualsiasi età, coltivando la fantasia e il confronto. Un passaggio fondamentale per diventare adulti, cittadini consapevoli e responsabili, due valori di cui c’è tanto bisogno per uno sviluppo vero e duraturo. Siamo convinti che gli studenti a cui verrà data questa importante opportunità di crescita sapranno apprezzarla e farne tesoro nella loro quotidianità, come avviene ogni volta che siamo capaci di dare loro la parola».

«Vent’anni sono un traguardo importante, ma anche una ripartenza più consapevole per la straordinaria avventura di Adotta uno scrittore, divenuta ormai una best practice culturale in Italia – afferma il Presidente dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte Giovanni Quaglia – Abbiamo creduto in questa sfida fin dall’inizio, e continuiamo a sostenerla nelle scuole e
in alcuni luoghi di fragilità e marginalità, per offrire a migliaia di ragazze e ragazzi stimolanti opportunità di crescita come studenti e come cittadini, attraverso nuovi fiori di conoscenza, dialogo, bellezza».

Nicola Lagioia, Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, aggiunge: «Adotta uno scrittore è uno dei progetti di cui il Salone Internazionale del Libro di Torino va più orgoglioso. Nel corso dell’anno, alcune delle personalità più importanti, originali e stimolanti della nostra scena culturale si recano nelle scuole per dare origine a un percorso di grande valore didattico. In una
dimensione laboratoriale (prendendosi dunque il tempo necessario) studenti e autori hanno modo di confrontarsi, di discutere, di fare insieme un tratto di strada che risulta per tutti un’esperienza importante se non indimenticabile. Essere riusciti a portare avanti tutto questo anche durante la pandemia ci riempie d’orgoglio. A maggior ragione adesso “Adotta uno scrittore” riceve nuovo
slancio, rispondendo sempre più alla una delle nostre più alte vocazioni: la cura e la formazione delle nuove generazioni».

Anche quest’anno Adotta uno scrittore avrà uno spazio sul Bookblog. Autori, studenti e docenti potranno costruire insieme un racconto partecipato del progetto. Un’apertura alla condivisione e al dialogo tra autori e lettori, nonché un passo avanti per raggiungere un pubblico più vasto grazie a contenuti fruibili liberamente su bookblog.salonelibro.it/


PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE ADOZIONI

In Basilicata – a Potenza
Alla Scuola primaria pluriclasse (II e III) di Lauria, in provincia di Potenza, saranno accolte Daniela Palumbo e Francesca Carabelli, autrici di Fuga in punti di piedi (Sinnos). Palumbo è giornalista e scrittrice, ha pubblicato libri per bambini e ragazzi, con i quali ha vinto numerosi premi. E’ redattrice del mensile Scarp de’ tenis, un giornale di strada nato nel 1996 dalla Caritas Ambrosiana. Francesca Carabelli, illustratrice, ha disegnato diversi libri, pubblicati con Giunti, Mondadori, EL, Piemme, Editoriale Scienza, Panini, San Paolo, Tourbillon, Milan Presse, Usborne Publishing e altri.

In Calabria – a Cosenza
Alla Casa Circondariale Sergio Cosmai di Cosenza arriverà Daniele Mencarelli, autore di raccolte poetiche come I giorni condivisi (poeti di clanDestino, 2001) e Storia d’amore (Lietocolle, 2015). Dal 2014 ha iniziato a pubblicare anche narrativa, con il libro Luci di Natale (Graphe). L’ultimo romanzo, Sempre tornare, è edito da Mondadori (2021) ed è proprio a partire da questo che Mencarelli dialogherà con gli studenti ristretti.

In Campania – a Salerno e Avellino
Giampaolo Simi approderà a Salerno, alla Casa Circondariale Antonio Caputo di Salerno e all’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiero Roberto Virtuoso di Salerno, dove incontrerà, in via eccezionale, un gruppo misto di studenti ristretti della sezione maschile e femminile. Gli incontri sono previsti giovedì 7 aprile online, giovedì 21 aprile in presenza e giovedì 5 maggio online. Giampaolo Simi si è sempre occupato di narrativa di genere, dal fantastico all’horror, dal giallo al noir. Ha esordito nel 1996 con il romanzo Il buio sotto la candela (Baroni), pubblicando poi numerosi romanzi e racconti per DeriveApprodi, Einaudi Stile libero, E/O e Sellerio. Il suo ultimo libro è La ragazza sbagliata (Sellerio). Giornalista pubblicista, collabora con riviste e quotidiani. Alessio Forgione, invece, sarà ospite della Scuola secondaria di secondo grado Alessandro Manzoni di Mugnano del Cardinale, in provincia di Avellino. Forgione è un giovane autore che, con il suo romanzo d’esordio, Napoli mon amour (2018), ha vinto il premio Giuseppe Berto 2019, il Premio Intersezioni Italia-Russia 2019, il Prix Méditerranée Étranger 2021. Giovanissimi (2020) è stato selezionato nella dozzina del premio Strega 2020. Il suo ultimo romanzo è Il nostro meglio (La Nave di Teseo, 2021).

In Puglia – a Lecce
Licia Troisi, celebre autrice di libri fantasy per ragazzi, sarà a Nardò, in provincia di Lecce, alla Scuola secondaria di secondo grado Nicola Moccia, dove si confronterà con gli studenti a partire da Poe. La nocchiera del tempo (Rizzoli, 2022). Il primo incontro, online, è previsto per mercoledì 30 marzo. Troisi esordisce nel 2004 con Le Cronache del Mondo Emerso, alle quali sono seguite, tra gli altri, La Ragazza Drago, I Regni di Nashira e La Saga del Dominio. Ha conseguito un dottorato di ricerca in astronomia ed è anche autrice di libri di divulgazione scientifica.

In Sardegna – a Nuoro
Alla Scuola secondaria di primo grado di Orotelli, in provincia di Nuoro, arriverà Rosario Esposito La Rossa, autore, tra i molti testi, di Siamo tutti Capaci (Einaudi Ragazzi, 2021). La Rossa è il primo libraio di Scampia e gestisce le case editrici Marotta&Cafiero e Coppola editore. Collabora con «la Repubblica» e «il Fatto Quotidiano». È stato nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente Mattarella per il lavoro che quotidianamente svolge con gli «Scugnizzi» del territorio di Scampia attraverso lo sport, la letteratura e il teatro. Ha fondato la Scugnizzeria, la casa degli scugnizzi, libreria dove centinaia di bambini passano pomeriggi e si formano attraverso corsi e attività ludiche.

In Sicilia – a Capaci e Palermo
A Capaci, presso la Scuola primaria Alcide De Gasperi III, sarà ospite Anna Parisi, autrice de La storia della scienza raccontata ai bambini (Salani). Incontrerà gli studenti per un primo incontro online martedì 5 aprile, poi mercoledì 20 aprile in presenza e infine martedì 10 maggio online. Divulgatrice scientifica, Parisi è fisica e per dieci anni ha lavorato nel centro di ricerca di una multinazionale. Ha vinto il Premio Legambiente 2001 per il volume Numeri magici e stelle vaganti e il Premio Andersen per la miglior collana di divulgazione con la serie Ah, Saperlo! – Introduzione alla fisica. All’Ucciardone di Palermo tornerà per la seconda volta Lelio Bonaccorso, autore e fumettista, che dialogherà con gli studenti ristretti del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti Nelson Mandela. Autore di Vento di libertà (Tunuè), Bonaccorso ha disegnato diversi testi di Marco Rizzo, tra cui Peppino Impastato – Un giullare contro la mafia, La mafia spiegata ai bambini e L’immigrazione spiegata ai bambini. Ha collaborato con Marvel, DC Comics, Glénat, Sergio Bonelli Editore e Disney.

Adotta uno scrittore è un progetto del Salone Internazionale del Libro di Torino, sostenuto dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, in collaborazione con la Fondazione CON IL SUD, il Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria per il Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta, il Cesp, Centro studi scuola pubblica – Rete nazionale delle scuole ristrette.

,